Una gita interessante é quella a Fiumelatte (frazione di Varenna) le cui case, sorte intorno alla chiesa, si vedono appollaiate ai piedi delle ripide pendici del monte Fopp, m. 1033, coronato dai ruderi del castello di Vezio.

Il suo nome deriva dal corso d’acqua più breve d’Italia e forse anche del mondo, appena 250 metri dalla sorgente alla foce di acque candide e spumeggianti. Altra caratteristica particolare del torrente è la sua regolare intermittenza, il fiume, infatti, compare intorno al 25 di marzo (Annunciazione e festa della frazione) e continua a scorrere fino alla Madonna del Rosario (7 ottobre e patrona di Varenna), perciò è detto anche fiume delle due Madonne.

Curiosità storica

Fiumelatte venne citato già come 'Fiumelaccio' nel Codice Atlantico di Leonardo da Vinci, incuriosito da questo fenomeno. Oggi questa intermittenza, si pensa, possa essere il troppo pieno di una cavità sotterranea del Moncodeno (Grignone), che nessuno è ancora riuscito a raggiungere.